martedì 26 febbraio 2013

Ma il cielo..

Cielo blu

"Ma il cielo é sempre più blu,uh,uh,uh.."
Ho bisogno di sole e spazi aperti.
Il mio lago dei cigni fa giusto al caso. - Cammina Anna e respira profondamente.-
Intanto me la canto, come sempre quando sono triste o arrabbiata.
É la mia canzone "no mind zone" : se la fischietto o la intono, allontana i pensieri sgraditi.
"Chi vive in baracca, chi suda il salario..
Chi ama la zia, chi va a Porta Pia...
Chi ruba pensioni, chi ha scarsa memoria,..
chi ha perso, chi ha vinto,
chi mangia una volta,..
chi cambia la barca felice e contento,
chi perde la casa,....
na,na,na,na,na,na
Ma il cielo é sempre più blu, uh,uh,uh,
Ma il cielo é sempre più blu, uh,uh,uh,"
Intanto lo raggiungo.
Il bello di Colonia : dalla città al parco, giusto dietro l' angolo.
Una zuppa calda, il caffè é imbevibile in questo bar improvvisato.
Osservo i cigni, danzano goffi sul ghiaccio.
Gli offro briciole di pane dalla tasca della giacca.
Le salvo in un immagine, catturo quelle nuvole in cielo, che é sempre più blu.
Fa freddo, il sole non scalda abbastanza i ricordi, ed assieme la delusione per un Paese che non sento più mio.
Mi incammino verso casa.
" Ma il cielo é sempre più blu, uh,uh,uh"
Dedica:
Grazie Rino Gaetano: ci hai lasciato in eredità delle canzoni stupende, ne avresti da cantare ancora delle belle .
L.: e sono già sei oggi, che non ci sei. Mi manchi.
Italia...qui il cielo é sempre più blu, uh,uh

Zuppa self service


il lago dei cigni




5 commenti:

Votami

siti