Votami

siti

venerdì 24 agosto 2012

Ristorante Zum Treppchen, Rodenkirchen

Ristorante Zum Treppchen
Fine agosto, periodo di Finferli.
Ne sono ghiotta!! La scelta del locale, dove fermarmi per cena, era sí legata all´esigenza di un ambiente tranquillo con spazio all´aperto per godere di queste ultime serate estive, ma principalmente dall´offerta del menù.
Volevo tuffarmi in un piatto di funghi, possibilmente che non nuotassero nella panna,
o in chissà quale altra pozione.

Agosto ci ha regalato alcune splendide giornate di sole, dopo un  periodo di
pioggia. Meglio approffitare di una lunga passeggiata al tramonto in riva al Reno, pensai,
unenedo l´utile al dilettevole.

A Rodenkirchen, bellissimo centro residenziale di Colonia, si possono trovare ottimi e suggestivi ristoranti.
Come la Boothaus, di cui vi parlerò, o questo caratteristico Zum Treppchen.
In origine ( nel 1656) era una stazione di ristoro per i passeggeri delle navi, ed in particolar modo per i cavalli.
Le antiche stalle sono oggi state trasformate in locanda, ed in un bel ristorante
con una ampi terrazza estiva ( 300 posti) , che in inverno viene comunque utilizzata
adeguatamente coperta e riscaldata.
Ritorniamo ai Finferli.
Il menù all´esterno presentava una varietà di piatti tipici, tradizionali, ma una pagina
citava:
" Wochen angebote", offerta della settimana, ovvero : funghi Fonferli!!!
I prezzi non erano proprio modici, Rodenkirchen rispetto a Colonia é decisamente più
cara ed "In", ma sapevo per conoscenza indiretta, che lì avrei mangiato bene.
Così ho ordinato una bistecca "Rumpsteak argentina" da 200 gr., patate arroste e Finferli.
Wow!!!Finalmente!
André, il mio accompagnatore, ha scelto un vero Hamburgher Americano, patate
fritte e insalata. Era una meraviglia.
Solo a guardarlo, adagiato su del pane al sesamo faceva venire l´acquolina.
Due Hefeweizen, due caffè espresso, tirando le somme ho pagato ( dovevo sdebitarmi di una lista infinita di piaceri) 55 euro.
Ottimo il cibo, ottima ambientazione, e la stufetta accesa ad un certo punto,
quando la brezza iniziava a salire dal fiume, ha contribuito a rendere l´atmosfera
piacevole.
Ve lo consiglio!!
Allego link del locale e foto della serata trascorsa.

zum-treppchen-koeln.de/




Bistecca e finferli ,Hamburger e patate.

Locandina con indirizzo e telefono

martedì 21 agosto 2012

Letteratura italiana in Germania. Autori Italiani tradotti in tedesco






Italia in Germania é anche letteratura.

Il modello Italiano in Germania la fa da padrone.
Ovunque, prodotti a marchio DOC e IGP negli
scaffali, stanno a simboleggiare il gusto della
cucina mediterranea, così tanto amata all´estero.
Ma il marchio Italiano non é solo famoso nel campo culinario e dell´abbigliamento.
Italia all´estero é anche cultura, arte in tutte le sue forme, visive e letterarie.
Mi é capitato, mesi fa, di trovare tra gli scaffali di alcuni negozi Second Hand ( seconda mano o dell´usato) , libri della nostra narrativa classica.
Ma la cosa che mi ha più stupito, é stato il " ritrovamento" di testi di autori contemporanei tra i miei
preferiti, tradotti in tedesco.
Tra questi Camilleri, con " Una gita al Tindari", Andrea de Carlo , " Yucatan" , " Due di due",
Andrea de Carlo- Di pura vita
" Di pura vita", Alessandro Barrico, " Novecento", " Seta", " Oceano Mare".. Tiziano Terzani
" Un indovino mi disse", " Un altro giro di giostra", " La fine é il mio inizio".
Mentre per Terzani la sua fama qui in Germania é di lunga data, poiché per anni aveva collaborato per lo Spiegel come inviato dall´Asia,  per gli altri autori la cosa non era per me così scontata.
Cosí quel giorno ne feci scorta . Da buona italiana, una trattativa sul prezzo mi permise di acquistare dieci pezzi a 5 euro.
Stava già pensando ai miei amici residenti qui a Colonia e a Francoforte.
Volevo consigliar loro la lettura di questi autori italiani.
Credo sia importante comunque, rendere partecipi i nostri
" vicini " , di uno Stile Italiano, che va oltre il buon vino
e Spaghetti Aglio Olio e Peperoncino o pizza Margherita.
Difatti i miei amici, hanno trovato la tecnica narrativa di Barrico, talmente accattivante e insolita, da indurli a comprare immediatamente on line il DVD "La leggenda del  Pianista nell´Oceano".
Questo film, che vede alla regia Giuseppe Tornatore, con una imponente colonna sonora curata da Ennio Morricone, é tratto dal racconto " Novecento".
Lettura e visione che consiglio.
Per me é stata una vera soddisfazione e orgoglio, vedere come questi libri hanno riscontrato successo.
Credo quindi che continuerò la mia ricerca negli scaffali dei Second Hand Shop.
Terzani- Ancora un´altro giro di giostra

Terzani- La fine é il mio inizio


giovedì 16 agosto 2012

" Il Duomo di Colonia "


Il Duomo di notte panoramica

Imponente, unico, affascinante. Da ogni angolo della città lo si può ammirare e fotografare. É il simbolo di Colonia, legato ad ogni Souvenir.
Guardarlo dal basso verso l´altro ti da un senso di vertigine, e ti rimane dentro, per sempre.
Questa é una pagina del mio diario , quando nel febbraio del 2010, tentai la seconda scalata.

"Quando ansimante ho raggiunto il 506° scalino, volevo strangolare chi mi aveva convinto a fare quella sfacchinata per la seconda volta.

In realtaal primo tentativo , sotto le feste di Natale , imbacuccati fino alla testa per il freddo,
( nevicava da giorni ) , ero arrivata a tre quarti. La calca di persone mi toglieva il fiato, e stavo morendo dal caldo.
 Ricordo di essermi seduta afflitta su una panchina mandando non poche maledizioni al gruppo entusiasta che mi aveva trascinato in questa scalata. All´improvviso il campanone distante pochi metri da me si é messo a rintoccare le ore.
 MAI PIU`!!!!"
Diffatti, a febbraio, stessa trafila, stavolta con mio nipote piú grande e "morosa,

( sono molto determinata e coerente quando prendo una decisione).
 Ero lí che bibbiavo da sola sottovoce ( non avevo piú fiato), quando mi sono 
decisa ad alzare lo sguardo. 
Un panorama fantastico si é aperto ai miei occhi.
 La visione di Colonia , coperta dalla neve, soppravissuta alle orde del carnevale 
( tra l´altro stupendo, il migliore e famoso in Nord Europa), illuminata 
da una bellissima e gradita giornata di sole, mi aveva finalmente lasciato 
senza parole.
  Attraverso le finestrelle, protette da reti sottili per evitare che qualcuno si sporga, 
i Gargoil erano ad un passo da me.  Ogni singolo decoro era visibilissimo
 ( compreso le firme lasciate sui muri dai soliti vandali). 
Soffiava un vento gelido, ma per un attimo l´incanto mi aveva reso immune da qualsiasi sensazione se non il piacere che derivava da quello sguardo. 
Osservavo il Reno, scorrere lento, svoltando leggermente a sinistra; 
osservavo quelle pietre, poste una dopo l´altra, con la sapienza di mastri operai dell´epoca che non potevano avvalersi dei mezzi odierni, eppure così 
sapientemente e perfettamente lavorate. 
Lo stesso pensiero/ immagine, che ebbi la prima volta che lo vidi, mi attraversò la mente.

Il Duomo , sopparvvisuto ai bombardamenti di due guerre, circondato da macerie,
 si ergeva tra quelle rovine, emblema di un dolore muto ma straziante, si ergeva quasi a simbolo di un Angelo protettore che esortava i suoi figli a non perdere 
la speranza, a risorgere .

L´ho cercato con lo sguardo il primo giorno che arrivai in città , l´ho amato 
dal primo istante, e continuo ad ammirarlo quando passeggio per le vie,
 perché con la sua maestosa imponenza, sovrasta tutta Colonia.

Ritornata alla realtà ed iniziato ad avvertire il gelido del vento che cercava di penetrare attraverso gli indumenti, mi decisi a ridiscendere i fatidici scalini, con il cuore e il passo più leggero, perchè quella sfaticata mi aveva ampiamente 
ricompensata.
ALCUNI ACCENNI SUL DUOMO
Iniziati i lavori nel 1248, il Duomo , Chiesa Cattolica dedicata ai Santi Pietro e Maria,
é uno dei più grandi edifici Gotici in tutta Europa.
Situato nella parte vecchia,  di una città famosa già ai tempi degli antichi Romani ( ex Colonia Romana dedicata ad Agrippina, da qui il nome .
Ancora oggi si possono osservare i resti degli acquedotti e di abitazioni Romane nel Museo.
La cittá conobbe il suo massimo splendore nel Medioevo.
All´interno della Cattedrale sono custodite le reliquie dei Tre Re magi, una volta presenti nel
Duomo di Milano.
Ogni giorno viene visitata da migliaia di persone, é una delle maggiori attrazioni della città.
Si accede alla torre panoramica dalla parte est, dove si puo´ammirare,
appena entrati, una sessione dedicata al ritrovamento di scavi e
reperti archeologici.
Il biglietto d´entrata cumulativo per famiglia é di 5 Euro.
All´interno del Duomo bellissime vetrate dedicate a vari Santi ,
sovrastano le pareti.
Unica peculiarità : sia nel Duomo , che nella torre non c´é la posibilita´di leggere od ascoltare ( se non tramite guida), nessuna spiegazione in Italiano.
Attualmente stanno facendo dei restauri esterni, nel tentativo di riportare il Duomo all´antico splendore, ripulendolo dal segno lasciato dai Secoli e dallo smog.
Non mi dilungo oltre, perche´altre info si possono benissimo reperire comunque.
Preferisco condividere le mie emozioni e lasciare  che parlino per me le foto.


Campana

Vetrate interne raffiguranti i Santi
Veduta panoramica dall´alto
                                                       




sabato 11 agosto 2012

"Graffiti e Murales a Colonia"



                          Graffito/Murales in Belgische Virtel, uno dei quartieri più esclusivi
                          nel cuore di Colonia.







 


I Graffiti e i Murales qui a Colonia, sono sparsi ovunque.
In bella vista su muri di case, ponti, recinzioni ( uno bellissimo costeggia lo zoo ),
entrate di asili, riescono ad armonizzarsi con le bellezze naturali ed architettoniche della città.
Io li fotografo, su esplicita richiesta di mio figlio, artista da sempre, ( il suo primo graffito, aveva meno di due anni, me lo sono ritrovato sulle pareti della cucina appena sbiancate a nuovo, eseguito
ad arte con il mio rossetto, e alla mia domanda incredula ; " cosa fai amore????" rispose giustamente :
" Gigegno").
Le cose si sono evolute negli anni.
Si esercitava a suo tempo, sui muri di casa nostra, con il risultato che le pareti delle stanze,
le terrazze, erano un tripudio di colori ed immagini, talvolta non sempre piacevoli.
Come quella volta che sono entrata nella sua camera e sono stata accolta da un´ombra a misura d´uomo di Nosferatu....!!!!


Murales a Colonia MediaPark





                                  

Ma ritorniamo agli artisti di Colonia.
Ogni settimana ne scopro qualcuno di nuovo, lo fotografo, e lo invio per email.
Queste foto sono state scattate recentemente, altre una volta inviate le ho eliminate,
Ma se qualcuno di passaggio in questa pagina le trova interessanti, posso aggiornarla
constantemente .


Murales/graffiti Foto Lavaggio del cervell
                                  


Non sono un esperta in materia, ma devo dire che alcuni sono veramente stupendi.
Ok!!!! Aspetto vostre notizie, e vado nel frattempo alla ricerca di nuovi spunti.
Allego video YouTube sulla realizzazione del Murales da parte di Blu.
Guardatelo merita.!!!!

http://www.youtube.com/watch?v=sasIm-iI39w&playnext=1&list=PLliWWNuOLFnx6VNY8diTpi29TALF8G5C7&feature=results_main

A presto!!!




                                    Duran63

venerdì 10 agosto 2012

"La mia Colonia "






Questa é la  seconda  foto di Colonia che condivido con voi.
La prima, quella vicino al mio nome rappresenta il famoso Duomo .
Questa invece  é la foto di un ponte, quello di Rodenkirchen ( una delle zone più esclusive
della città) e che congiunge le due sponde del Reno.
L´ho scattata il mese scorso, durante una passeggiata al tramonto, a bordo della mia amata
bicicletta .
L´acqua esercita in me un fascino particolare. Questo fiume, e i vari laghetti sparsi per
la città, sono vere oasi di quiete per l´anima.
Sono andata alla ricerca di una mia pagina, scritta per un sito di opinioni, quasi tre anni fa,
quando iniziavo a guardarmi intorno, e scoprivo quanto di più  bello, Colonia poteva offrirmi.
Ve la propongo e mi auguro la troverete gradevole.

"C´e`un ponte ad arco che unisce la città ad un parco meraviglioso, una porta tra il grigio della periferia e i primi germogli e le pennellate di verde di questa primavera a Colonia.
Cinque minuti di passeggiata veloce e sono in un altro mondo! Quando ho scoperto questa piccola oasi di pace era fine settembre, e i caldi colori dell´autunno mi avevano ammaliato.
Era una giornata di sole bellissima.
Attraverso i rami spogli, il cielo era di un azzurro intenso.
Li osservai e sembravano dita di mani protese verso il cielo in cerca di luce, in attesa di una risposta.
Quelle poche foglie che erano resistite, sarebbero cadute con il primo vento freddo di novembre che avanzava.
Alcuni alberi erano stati recisi da poco; nell´aria si poteva annusare il profumo del legno appena tagliato.
Con un dito accarezzai il tronco umido,  ma non riuscii a contarne gli anni,..dovevano essere tanti. Peccato!!
Mi guardai attorno e capii che la natura si stava preparando alla nuova stagione.
L´autunno é solo di transizione, pensai.
Tutto é un continuo passaggio, una continua trasformazione.
Nessuna certezza, a parte lo scandire del tempo.Nel centro del parco c´é un lago con cigni ed anatre
Da quel primo giorno ho preso l´abitudine di portare con me del pane vecchio
e distribuirlo.
Oggi mi sono concessa una bella passeggiata.
Mi guardo intorno e mi accorgo che il parco si sta vestendo a festa.
I colori e i profumi della primavera mi amplificano i sensi,
e il cinguettio degli uccelli é una dolce melodia.Arrivo al lago .
Osservo i cigni e le anatre decimati dall´inverno crudele.
Sembra quasi che mi aspettino e mi riconoscano, perché appena mi avvicino escono piano dall´acqua...si fidano ed uno ad uno vengono a mangiare dalle mie mani.
Un cigno grigio viene tenuto in disparte dal gruppo, e appena tenta di avvicinarsi
viene allontanato a morsi.
Ormai li conosco, e tengo da parte un pezzo di pane solo per lui.
Basta aspettare che gli altri si allontanino.
Il collo in un punto é privo di piume, per le beccate prese.
Anche gli animali emarginano il diverso!
Riprendo a camminare, dapprima piano respirando a pieni polmoni, poi a passo Più spedito.
Sono felice di aver smesso di fumare. Non credevo che ne avrei mai trovato la forza.
Beh, forse sono ancora in gamba, nonostante tutto.
Sorrido tra me e me, e`un po´come darsi una pacca sulla spalla da sola.
Ritorno verso casa , che poi non é la mia casa.
Ripenso alla " Quinta stagione" , quella di preparazione, quella di ripresa , di rinascita.
Quando arrivera´per me.??
MI guardo indietro per un ultimo saluto a quell´angolo di pace , ripenso al primo giorno : era autunno.
Mi allontano canticchiando una canzone di Cristina Doná :
" Il sole a settembre mi ha fatto sentire ancora leggera, il fiume riposa negli argini aperti di questa distesa.
Tu mi dicevi che la verità e la bellezza non fanno rumore..basta solo saperle aspettare, basta solo lasciarle entrare.
E´tempo di continuare a sperare.
E´tempo di costruire il pensiero.."
Gia´anche i germogli non fanno rumor, eppure producono altra vita.
Continuo la mia passeggiata , fischiettando."


                                                                               Duran63

giovedì 9 agosto 2012

"Eccomi qui"

Le circostanze della vita, a volte, sanno essere crudeli.
In un attimo cio´che ami, affetti o cose materiali, ti vengono a mancare.
Intorno a te si crea il vuoto.
Poi, all´ improvviso , qualcosa di inaspettato, che sa di buono, pulito, appare.
Come un incontro "fortuito" alla fermata dell´autobus, ed un invito a visitare
la Città di Colonia.
Così é iniziata la mia nuova vita, un po´come nelle favole a lieto fine,
con il principe azzurro che arriva a cavallo..........
Nessuna strega cattiva, o drago da combattere.
Solo voglia di tornare a vivere.
Chi non ha conosciuto momenti bui, alzi la mano !!!!!!
Bene ! A quelle dita virtuali che vedo sventolare, voglio mandare un messaggio.
Un pensiero ed un passo in positivo possono fare la differenza.
Io ne sono l´esempio.
Se ho risvegliato la vostra curiosità, spero vogliate seguirmi in questo viaggio a Colonia,
dove ormai risiedo da otto mesi, dopo tre anni di andata e ritorno in aereo,
( io odio volare!!!!).
Vi farò leggere alcune pagine del mio diario di viaggio 8 comprese foto), potremo parlare
 assieme di libri, musica e cucina ( ho messo su 20 chili nel frattempo, ma ho anche smesso
di fumare).
Una particolare attenzione la voglio dedicare anche al mondo degli anziani, e a chi come
mia madre soffre di Alzheimer.
Dulcis in fundis, la depressione e come imparare a conviverci.
Ok!!! Eccomi qui quindi, pronta a partire, ma ancora in fase di assestamento,
sia per quanto riguarda il mio Blog, che per quanto riguarda la mia vita.
Vi aspetto, e intanto vi abbraccio.


                                                                Duran63